Il pinscher nano è un cane che, da diverso tempo a questa parte, è sempre più apprezzato. I motivi sono diversi e tra i principali è da chiamare in causa il fatto che si parla di esemplari dal carattere deciso che, in alcuni casi, possono diventare degli ottimi guardiani degli spazi domestici.

Per fare in modo che il proprio amico a 4 zampe rimanga in salute il più a lungo possibile, la cosa migliore da fare è prendersi cura della sua alimentazione. Farlo significa essere consapevoli di alcuni errori da evitare. Quali sono i principali? Scopriamoli nelle prossime righe di questo articolo.

Attenzione al mangime eccessivamente umido

Anche se al primo impatto può sembrare più succulento, il mangime umido non rappresenta la soluzione migliore per il proprio pinscher nano. Come mai? Il motivo è legato al fatto che, quando lo si chiama in causa, non si ha a che fare con una soluzione completa dal punto di vista nutrizionale. Diverso, invece, è il caso del mangime secco, contraddistinto invece dalla presenza di numerosi nutrienti.

Non utilizzare crocchette troppo grandi o troppo dure

Scegliere soprattutto mangime secco aiuta molto a curare l’alimentazione del pinscher nano mettendo in primo piano la qualità. Chiarito questo aspetto, facciamo presente che è opportuno evitare di focalizzarsi su crocchette troppo grandi o troppo dure. Il motivo è molto semplice ed è legato al fatto che, nel momento in cui le si chiama in causa, si inquadra un maggior rischio di vedere il proprio amico a 4 zampe andare incontro a soffocamento.

Evita i cibi ricchi di zuccheri aggiunti

Eccoci a parlare di un consiglio tanto semplice quanto rilevante sia quando si parla di alimentazione del pinscher nano, sia quando si ha a che fare con i consigli relativi alla dieta di altre razze. Di cosa stiamo discutendo di preciso? Del fatto di evitare cibi troppo ricchi di zucchero aggiunti. I loro pericoli sono numerosi. Ricordati da diversi siti di salute celebri come Regogoo.com, i problemi che possono provocare gli zuccheri aggiunti nel cibo per cani possono essere prevenuti semplicemente leggendo l’etichetta o chiedendo consiglio al proprio veterinario di fiducia, la prima persona  cui fare riferimento per quanto riguarda le dritte personalizzate per l’alimentazione del proprio amico.

Non esagerare con le calorie

Quando si decide di adottare un pinscher nano e ci si informa sulla razza, si viene a sapere che, in generale, questi cani sono poco propensi al sovrappeso. Attenzione! Questo non è certo un via libera all’eccesso di calorie. In ogni caso, infatti, è opportuno impegnarsi per evitare che il cane ingrassi.

Non limitarti a una singola somministrazione quotidiana

Nel momento in cui si chiamano in causa gli errori da evitare nella dieta del proprio pinscher nano, è essenziale prendere in considerazione il numero di pasti giornalieri somministrati. Quando si ha a che fare con questi cani, limitarsi a una singola assunzione non è il massimo, in quanto si rischia di sovraccaricare eccessivamente il loro apparato digerente. Molto meglio è dare spazio a due somministrazioni di cibo. Si tratta ovviamente di un consiglio generale. Le dritte specifiche, che variano a seconda dell’età e delle condizioni del cane, devono essere date dal veterinario di fiducia.

Non esagerare con l’apporto di grassi se il cane è anziano

Non c’è che dire: sono diversi gli errori da evitare nel momento in cui si ha a che fare con l’alimentazione di un pinscher nano. Tra questi, rientra anche il fatto di evitare di esagerare con l’apporto di grassi se il cane è anziano. A fronte della riduzione dell’apporto di questi principi nutritivi, è opportuno aumentare quello di fibre.

Pinscher nano: gli errori da evitare nella dieta ultima modifica: 2021-03-21T08:18:00+01:00 da Esperto Pinscher